CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione è formato da cinque componenti di cui:

a) uno nominato dal Padre Provinciale dell’Ordine religioso cui è affidata la Parrocchia di San Francesco d’Albaro in Genova che assume la carica di Presidente;

b) uno nominato dal Consiglio Parrocchiale per gli Affari Economici della Parrocchia di San Francesco d’Albaro in Genova;

c) uno nominato dal Sindaco del Comune di Genova secondo quanto previsto dalla deliberazione della Giunta Comunale n° 11 del 1994, dimorante, preferibilmente , nel territorio dell’antica Parrocchia di San Francesco d’Albaro in Genova (da Borgo della Pila a Boccadasse) scelto tra persone di comprovata esperienza in campo manageriale ovvero di chiara fama estranee al Consiglio Comunale e non rivestenti altra carica pubblica;

d) due nominati dai componenti di cui ai precedenti punti sub a),b) e c) scelti fra persone di assoluta probità e di comprovata esperienza in campo manageriale ovvero di chiara fama nei settori in cui la Fondazione esplica la sua attività possibilmente dimoranti nella Parrocchia di San Francesco d’Albaro.

I Consiglieri durano in carica quattro anni e possono venire riconfermati. In caso di dimissioni o di cessazione dall’incarico per qualsiasi altra causa il Consigliere o i Consiglieri dimissionari o cessati vengono sostituiti con altrettanti nominati dagli Organi di cui ai punti sub a), b), c) e d) e rimangono in carica fino alla scadenza prefissata dell’intero Consiglio onde garantire, alla scadenza, il rinnovo totale del Consiglio.

Il Consiglio provvede all’amministrazione della Fondazione e al suo regolare funzionamento.
In particolare esso approva:

1) lo Statuto e le sue modificazioni;

2) il bilancio d’esercizio e la relazione nei termini e nella forma stabiliti dalla Legge;

3) entro il mese di ottobre il bilancio preventivo (budget) ed entro il 30 aprile le eventuali variazioni;

4) il conferimento di deleghe a singoli Consiglieri;

5) le assunzioni, anche temporanee, del personale ed il relativo inquadramento contrattuale; la sospensione ed il licenziamento del personale dipendente; esercita i poteri disciplinari sullo stesso salva la competenza del Presidente come fissata all’art 9 del presente Statuto;

6) i regolamenti, la carta dei servizi, sia della residenza protetta che della scuola dell’infanzia, nonché i regolamenti degli stabili adibiti a civili abitazioni e ogni altro regolamento necessario od opportuno per il miglior funzionamento della Fondazione; le eventuali modifiche e variazioni dei medesimi;

7) le proposte per gli acquisti, le vendite, le permute di beni immobili, l’eventuale cambio di destinazione d’uso di quelli esistenti, qualsiasi altra operazione immobiliare, nonché le convenzioni , i comodati e le costituzioni di servitù, di usufrutto, di enfiteusi e di superficie; i contratti di locazione e i canoni relativi;

8) l’assunzione di partecipazioni e l’avvio di rapporti di collaborazione con altre istituzioni aventi finalità analoghe senza scopo di lucro; stipulare convenzioni con enti e società;

9) le iscrizioni ipotecarie a garanzia di mutui e finanziamenti in genere da contrarsi con banche di primaria importanza finalizzati a lavori di ristrutturazione e di miglioria del patrimonio immobiliare;

10) la concessione di qualsiasi altra garanzia reale o personale;

11) i progetti, i contratti d’appalto, le relative spese per l’esecuzione di nuove opere e di lavori di manutenzione straordinaria del patrimonio immobiliare previa la scelta delle imprese appaltatrici;

12) i contratti d’appalto per la fornitura di beni e servizi;

13) l’apertura di rapporti bancari e le sottostanti condizioni che li regolano; l’eventuale loro chiusura;

14) i disciplinari regolanti i rapporti con professionisti aventi ad oggetto prestazioni periodiche specifiche di ordine contabile, amministrativo e tecnico;

15) l’avvio di azioni legali e giudiziali, queste ultime sia come attore che come convenuto, al fine di tutelare i diritti e gli interessi della Fondazione;

16) le quote di contribuzione poste a carico dei fruitori dei servizi resi dalla Fondazione;

17) le eventuali operazioni finanziarie che si ravvisino di utilità per la Fondazione;

18) nomina il Collegio dei Revisori dei Conti o il Revisore dei Conti, il Segretario della Fondazione, nonché la Direttrice della scuola dell’infanzia San Francesco d’Albaro, la Coordinatrice o il Coordinatore della residenza protetta “Villa Causa”;

19) con propria deliberazione, stabilisce, in uno con l’approvazione del bilancio preventivo, l’entità del compenso annuale da riservare al Presidente e dell’indennità ai componenti del Consiglio d’Amministrazione per la partecipazione alle riunioni.
Nel caso in cui il Bilancio della Fondazione sia in perdita il Consiglio d’Amministrazione delibera la riduzione del compenso al Presidente e dell’indennità ai Consiglieri fino al 50% di quanto previsto al successivo art. 16;

20) stabilisce l’ammontare del compenso annuale da riconoscere ai Revisore dei Conti o al Revisore;

21) stabilisce l’ammontare dell’oblazione da erogare a favore della Parrocchia di San Francesco d’Albaro per il servizio pastorale svolto a sostegno della Fondazione e delle offerte per l’esercizio quotidiano del culto;

22) determina, nei limiti consentiti dall’andamento dei conti economici, il numero degli Ospiti accoglibili presso la residenza protetta e dei bambini presso la scuola dell’infanzia a quote differenziate o gratuitamente, sulla base dei criteri previsti nei regolamenti di ammissione;

23) mantenere nelle attuali sedi od altre ritenute di volta in volta più idonee, tutto quanto ricorda i Fondatori e Benefattori, conservandolo con la dovuta cura, a testimonianza della riconoscenza delle Amministrazioni che si sono succedute negli oltre centocinquanta anni di ininterrotta attività educativa ed assistenziale;

24) delibera su quant’altro ad esso riservato dalle Leggi e dai Regolamenti.

Per il quadriennio 2013 – 2017 il Consiglio di Amministrazione risulta così composto:
Padre Ottavio Carminati: Presidente Onorario;
Giuseppe Gattorna Presidente Effettivo – Legale Rappresentante dell’Ente;
Rossella Verri Consigliere;
Luisa Conti Consigliere;
Emilia Lisei Consigliere;
Sandro Penco Consigliere;